E’ ora di rinnovare le relazioni Ue con i paesi dell’Africa, dei Caraibi e del Pacifico

S&D Group committed to enhancing co-operation with ACP countries in Malta, Marie Arena, Cécile Kyenge, Juan Fernando Lopez Aguilar, Louis-Joseph Manscour ,

Il Parlamento europeo è all’avanguardia in questo campo e ha aperto la strada alle altre istituzioni Ue. Oggi, il report sul futuro delle relazioni dell’Ue con i paesi di Africa, Caraibi e Pacifico (ACP) al di là del 2020 è stato adottato a larga maggioranza dal Parlamento. Questo report è il contributo che il Parlamento dà alla messa in atto dell’Accordo internazionale di Cotonou, che è stato lanciato nel 2000 per concludersi nel 2020.

Il relatore del Parlamento europeo e coordinatore S&D in commissione Sviluppo,  Norbert Neuser sottolinea:

“Ci sono questioni urgenti sempre più urgenti come la povertà, il cambiamento climatico, l’emigrazione e la lotta al terrorismo, che vanno affrontate insieme, l’Ue con i paesi interessati. Sono contento che l’Accordo di Cotonou ci abbia permesso di rafforzare le relazioni con i paesi partner e di sviluppare un quadro che ci ha portato a discutere di soluzioni condivise.

“Negli ultimi 20 anni il mondo è cambiato profondamente e il proseguimento dell’accordo internazionale con i paesi partner è una buona opportunità per adattare la nostra cooperazione alla situazione che viviamo oggi. La mentalità del donatore è finita! Vogliamo una partnership politica tra paesi che sono sullo stesso piano e gli aiuti vanno usati per supportare i paesi partner nel loro lavoro verso la prosperità economica e un ambiente favorevole, in modo che essi non abbiano più bisogno di sostegni esterni”.