La situazione politica e umanitaria nella Repubblica democratica del Congo è sempre più deteriorata, il gruppo S&D propone sanzioni

La dégradation politique et humanitaire en RDC Congo se poursuit. Le Groupe S&D va proposer des sanctions

Dopo l’importante accordo di ieri sui minerali da zone di guerra, il gruppo dei Socialisti e Democratici al Parlamento europeo ha incontrato oggi l’Alta rappresentante Ue per gli affari esteri Federica Mogherini. Gli eurodeputati S&D, nell’occasione, hanno presentato il report sulla missione condotta a settembre nell’est della Repubblica democratica del Congo. Elena Valenciano ha fatto parte della missione come inviata speciale del presidente del Gruppo, Gianni Pittella.

Dopo l’incontro, il presidente del gruppo S&D Gianni Pittella e la presidente della sottocommissione del Parlamento europeo sui diritti umani Elena Valenciano hanno dichiarato:

“Data la situazione politica e umanitaria nella Repubblica democratica del Congo che sta peggiorando giorno dopo giorno, abbiamo informato Federica Mogherini che il gruppo S&D porterà avanti una risoluzione parlamentare la prossima settimana in cui si chiederà al Consiglio di adottare sanzioni contro coloro che sono vicini al presidente congolese. Siamo contenti di avere visto che la questione è stato posta nell’agenda del Consiglio Affari esteri del 12 dicembre, prima della data simbolica del 19 dicembre, in cui è prevista la fine del mandato del presidente Joseph Kabila.

“E’ fondamentale rompere l’impasse politica per risolvere la crisi umanitaria e di sicurezza nell’est del paese.

“Abbiamo anche sottolineato la situazione in questa regione, dove oltre un milione di persone sono state sfollate e adesso si trovano in condizioni terribili, una situazione che finora si è scontrata con la totale indifferenza della comunità internazionale. Ringraziamo Mogherini per il suo impegno a lavorare su tale questione con il commissario agli Aiuti umanitari e il prossimo segretario generale dell’Onu”.