Il gruppo S&D ospita l’Africa Week a Bruxelles e lancia l’appello a concentrarsi sui giovani e il futuro dell’Africa

Africa Week 2017

La prossima settimana l’Africa sarà al centro delle attività del gruppo S&D e dei suo partner, sia africani che europei.

Dal 25 al 28 settembre 2017, il gruppo S&D organizzerà la sua seconda “Africa Week”, una quattro giorni di dibattiti politici, attività culturali, confronti aperti e workshop, mostre d’arte, proiezioni di film e molti altri eventi collaterali.

L’Africa Week di quest’anno affronterà il tema “I Giovani e il Futuro dell’Africa”, concentrandosi su questioni come l’empowerment dei giovani e delle donne, le opportunità e le sfide della digitalizzazione, il ruolo dell’istruzione e la promozione dell’imprenditorialità.

Tra i relatori ci saranno leader politici di Africa ed Europa, il presidente del gruppo S&D Gianni Pittella e altri eurodeputati S&D, la vicepresidente della Commissione e Alta rappresentante per la Politica estere e di sicurezza dell’Ue, Federica Mogherini, il ministro degli Affari esteri ivoriano, Marcel Amon-Tanoh, rappresentanti dell’Onu, intellettuali europei e africani, attivisti, giornalisti e artisti.

L’evento è organizzato dal gruppo S&D in partnership con il Global Progressive Forum e in cooperazione con l’ACP Young Professional Network (ACP YPN), BOZAR, Foundation for European Progressive Studies (FEPS), Friedrich Ebert Foundation (FES), International Union of Socialist Youth (IUSY), Partito dei socialisti europei (PSE), Party of European Socialists Women (PES Women), Rainbow Rose, SOLIDAR, Université Libre de Bruxelles (ULB) e Young European Socialists (YES).

 

Il programma completo dell’Africa Week è consultabile al seguente link

In merito alla prossima Africa Week, il presidente del gruppo S&D Gianni Pittella dichiara:

“Sono fiero di poter ospitare la seconda Africa Week a Bruxelles. Non c’è un altro continente come l’Africa, con la sua diversità, la sua ricchezza culturale e le sue impressionanti possibilità. La prossima settimana ci confronteremo con leader e intellettuali africani, discuteremo, porremo domande e sfideremo noi stessi su come possiamo lavorare meglio insieme e promuovere l’empowerment delle nuove generazioni, dando loro la possibilità di sfruttare le opportunità della rivoluzione digitale.

“Certo, affronteremo anche i problemi che l’Africa affronta, dalla povertà estrema alle violazioni dei diritti umani, passando per la necessità di una efficace cooperazione allo sviluppo, di affrontare le cause alla radice della crisi migratoria e le questioni di sicurezza legate agli attacchi terroristici. Allo stesso tempo, guarderemo alle nuove opportunità dell’era digitale, con un focus particolare su giovani e donne.

“Questi dibatti sono importantissimi in vista del prossimo summit Ue-Unione africana. Siamo al fianco dell’Alta rappresentante Federica Mogherini nel suo appello per una reale partnership con l’Afica. Insieme, possiamo fare in modo che questo accada”.