Il gruppo S&D sollecita la Repubblica Democratica del Congo a rispettare la costituzione del Paese nel processo elettorale

S&Ds urge the Democratic Republic of Congo to respect country's Constitution in the electoral process, Gianni Pittella, Economic Partnership Agreements, S&D MEP Maria Arena, S&D MEP Antonio Panzeri,

Oggi il Parlamento europeo, con il contributo attivo dei Socialisti e Democratici europei, ha adottato una risoluzione sulla Repubblica Democratica del Congo, che chiede alle sue autorità il pieno rispetto della costituzione del paese, specialmente riguardo al processo elettorale.

Il presidente del gruppo S&D, Gianni Pittella, ha detto:
 
“Sollecitiamo le autorità congolesi a presentare senza ulteriore ritardo un calendario elettorale e un bilancio per le elezioni presidenziali, nel pieno rispetto dei tempi dettati dalla costituzione.
 
“Il governo deve accettare e lavorare per un dibattito politico aperto, democratico e inclusivo nella campagna elettorale del 2016.

“Riteniamo che l’Unione africana abbia un ruolo fondamentale per evitare una crisi politica nell’Africa centrale, e invitiamo i suoi leader, in particolare il Sud Africa, a impegnarsi in favore del rispetto della costituzione della Repubblica Democratica del Congo.

 “Invitiamo inoltre le istituzioni europee e gli Stati membri a usare tutti gli strumenti diplomatici ed economici, compresa l’imminente firma degli Accordi di partenariato economico, per raggiungere questo scopo”.
 
L’eurodeputata Maria Arena, coordinatrice della commissione sull’Uguaglianza di genere e diritti delle donne, afferma:

"Il Parlamento europeo ha espresso profonda preoccupazione per la crescente instabilità della Repubblica Democratica del Congo in un contesto pre-elettorale poco trasparente.

"La Repubblica Democratica del Congo resta un paese fragile, con istituzioni deboli e un tremendo bisogno di ricostruzione e di ripresa economica.

"Questa instabilità rischia di far precipitare il Paese nel caos e di far sprofondare la popolazione, già colpita da tanti anni di crisi, nella povertà estrema e nell’insicurezza.

"Come coordinatrice della commissione FEMM, mi preme sottolineare l’importanza di sostenere il ruolo delle donne nel processo elettorale e la necessità che il governo rispetti e promuovo le pari opportunità di genere nella vita politica.

"La nostra priorità è evitare una nuova crisi. Le autorità congolesi devono rispettare la Costituzione e organizzare elezioni trasparenti e libere”.

L’eurodeputato S&D Antonio Panzieri ha aggiunto:

 “Condanniamo con forza le crescenti restrizioni dello spazio democratico e le repression mirate ai danni dei membri dell’opposizione, della società civile e dei media”.

 “L’Unione Europea dovrebbe rafforzare il proprio supporto alla società civile, specialmente nei confronti dei difensori dei diritti umani nella Repubblica Democratica del Congo. Dovrebbe inoltre garantire loro protezione e sicurezza”.

 “Le libertà di espressione, associazione e assemblea sono alla base di una vita dinamica, politica e democratica”.