Per una politica commerciale progressista

Gli eurodeputati S&D sono la forza trainante della politica commerciale progressista nell'Ue. Nel nome di una politica commerciale progressista, i nostri eurodeputati lavorano per costruire un sistema commerciale globale più trasparente e democratico a beneficio dei molti e non dei pochi.

Il nostro lavoro in commissione Commercio internazionale

I nostri deputati in commissione Commercio internazionale esaminano gli accordi commerciali tra l'Ue e i Paesi terzi. Se lasciati agli altri, gli accordi commerciali possono rischiare di abbassare gli standard. Con il giusto approccio, il gruppo S&D considera gli scambi commerciali un'opportunità per proteggere e rafforzare i nostri alti standard su lavoro e ambiente e il nostro modo di vivere per il futuro.

I nostri risultati

Nell'Accordo economico e commerciale globale (CETA) tra l'Ue il Canada, i Socialisti e Democratici sono riusciti a far approvare molte delle priorità progressiste.

Abbiamo condotto l'iniziativa per far si’ che il meccanismo di risoluzione sulle controversie commerciali sia attuato in modo trasparente ed equo. Il sistema di arbitrato privato è stato sostituito dal sistema dei tribunali di investimento. Invece di decisioni prese esclusivamente da avvocati, le controversie saranno giudicate da giudici altamente qualificati. Invece di riunioni a porte chiuse, il procedimento sarà più trasparente e le sentenze soggette a revisione.

Abbiamo difeso i diritti dei governi di regolamentare e legiferare nell'interesse pubblico. Con il CETA non ci sarà alcun abbassamento dei nostri standard Ue: si applicheranno sempre e al livello più alto. I servizi pubblici non saranno toccati e i diritti dei lavoratori saranno protetti. Nei futuri accordi commerciali non si tornerà indietro rispetto ai passi avanti progressisti conseguiti con il CETA.

Le nostre priorità

Vogliamo definire nuove regole per la globalizzazione e diffondere i benefici del commercio più ampiamente. La globalizzazione ha bisogno di regole eque per assicurarsi che tutti ne traggano beneficio.

Negoziare accordi commerciali equi

Possiamo lavorare insieme a livello europeo e con i partner progressisti in tutto il mondo. L'Ue è un gigante commerciale. Se l'Ue sfrutta al massimo la sua influenza, possiamo negoziare relazioni commerciali corrette e progressiste e combattere pratiche sleali come il dumping che mettono a rischio i posti di lavoro europei.

Rafforzare gli standard sociali e ambientali nel commercio

Abbiamo bisogno di regole per garantire che il commercio non sia solo gratuito ma anche equo. Le nostre norme europee in materia ambientale, sociale, di lavoro e democrazia devono sempre essere applicate come base da cui partire per qualsiasi accordo commerciale. Esistono già alcuni standard globali in materia di lavoro e ambiente, ma devono essere rafforzati e, in caso di mancato rispetto, vanno attuate delle sanzioni.

Stabilire standard internazionali

Possiamo migliorare i diritti dei lavoratori e i diritti umani e rafforzare la lotta contro i cambiamenti climatici in tutto il mondo esaminando l'intera catena del valore globale. La responsabilità sociale delle imprese deve essere rafforzata attraverso due diligence obbligatorie.

Proteggere i lavori

Proteggere i posti di lavoro europei combattendo politiche di dumping sleali deve essere una priorità. Siamo a favore di strumenti di difesa commerciale più efficaci per affrontare efficacemente il dumping e dobbiamo scegliere saggiamente i nostri partner commerciali esaminando i loro precedenti. Ai lavoratori colpiti dai cambiamenti nei modelli commerciali globali - soprattutto nel settore manifatturiero - devono essere offerti aiuti per adattarsi e avere nuove opportunità di formazione e occupazione.

Eurodeputati coinvolti

LANGE Bernd

Presidente
Germania

VAN BREMPT Kathleen

Coordinatore
Belgio

KIRTON-DARLING Jude

Membro
Regno Unito

ANDROULAKIS Nikos

Membro
Grecia

ČĺŽ Miroslav

Membro
Slovacchia

DANTI Nicola

Membro
Italia

RODRÍGUEZ-PIÑERO Inma

Membro
Spagna

TUDOSE Mihai

Membro
Romania

JONGERIUS Agnes

Membro sostituto
Paesi Bassi

BELKA Marek

Membro sostituto
Polonia

Guarda le nostre ultime azioni

Comunicati stampa

S&D chiede al Vietnam ulteriori garanzie sui diritti umani e dei lavoratori prima della firma dell’accordo commerciale

Comunicati stampa

Iratxe García: “Il nostro voto sostiene la nuova Commissione, ma saremo partner tanto leali quanto vigili ed esigenti”

Comunicati stampa

Si salvi l’OMC dal colpo di grazia di Trump. S&D a difesa di un sistema di scambio fondato su regole

Position papers

Position paper
Pubblicato:

S&D GROUP POSITION PAPER FOR A RENEWED AFRICA-EU PARTNERSHIP

Position paper
Pubblicato:

DOCUMENTO DI POSIZIONE DEL GRUPPO S&D SULLA MIGRAZIONE E L'ASILO

Position paper
Pubblicato:

Per un equilibrio negli scambi commerciali tra l'UE e la Cina

Position paper
Pubblicato:

EU cohesion policy - an investment tool for the benefit of EU citizens

Position paper
Pubblicato:

Verso un'unione Digitale - La Nostra Visione Progressista

Position paper
Pubblicato:

Sustainable development agenda post-2015

Position paper
Pubblicato:

Meccanismi di risoluzione delle controversie tra stato e investitori nei negoziati commerciali in corso

Position paper
Pubblicato:

EU-US negotiations for a Transatlantic Trade and Investment Partnership Agreement - TTIP

Related documents

Documenti correlati
Pubblicato:

I dieci principi progressisti del gruppo S&D per una nuova era di accordi commerciali

Documenti correlati
Pubblicato:

Documento sulla posizione del gruppo S&D in merito ai meccanismi di risoluzione delle controversie tra Stato e investitori nei negoziati commerciali

Documenti correlati
Pubblicato:

EU-US negotiations for a Transatlantic Trade and Investment Partnership Agreement - TTIP. Position paper of the S&D Group