Condividi:

Il voto di oggi dei membri del Parlamento europeo apre la strada all’uscita del Regno Unito dall’Unione europea, a decorrere dalla mezzanotte del 31 gennaio 2020. È un momento triste per l’Unione. Ciò nonostante, l’accordo dà seguito a molte delle richieste che gli eurodeputati hanno posto sul tavolo da diverso tempo, come ad esempio la necessità di garantire i diritti dei cittadini, e farà sì che l’abbandono dell’Ue da parte del Regno Unito avvenga in modo ordinato.

 

Iratxe García, presidente del Gruppo S&D, ha dichiarato:

 

“Questo è un momento triste nella storia comune del Regno Unito e dell’Unione europea, un momento che, fino all’ultimo, speravamo di non dover affrontare: gli eurodeputati voteranno sull’Accordo di uscita del Regno Unito dall’Ue. Per il Gruppo S&D, la maggior preoccupazione è sempre stata quella di contenere i danni e raggiungere un accordo che salvaguardasse i diritti dei cittadini, garantisse un’isola d’Irlanda senza confini e proteggesse l’integrità del mercato unico.

 

“Dato che stiamo andando in quella direzione, gli europarlamentari Socialisti e Democratici saranno sempre lì a vigilare e ad assicurarsi che i diritti ambientali e dei lavoratori non siano intaccati dalle future relazioni fra il Regno Unito e l’Unione, e che i diritti dei cittadini rappresentino sempre la prima priorità per l’Unione europea.

 

“Ciò che rende ancor più doloroso questo momento, da entrambe le parti, è il dover salutare dieci eccezionali parlamentari europei che hanno lavorato instancabilmente per i cittadini di tutta Europa, contribuendo a migliorarne le condizioni di vita. Un pensiero non può che essere rivolto anche a tutti gli eurodeputati laburisti che hanno prestato il loro servizio in quest’Assemblea negli ultimi 45 anni”.

 

Pedro Silva Pereira, portavoce S&D sulla Brexit, ha aggiunto:

 

“Nonostante sia doloroso, questo accordo rappresenta un passo importante e doveroso per garantire che il Regno Unito lasci l’Unione in modo ordinato. Si tratta di un esercizio di contenimento dei danni e delle conseguenze negative, concepito per proteggere l’equilibrio pacifico in Irlanda, salvaguardare l’economia di tutta l’area insulare e il mercato unico europeo, offrendo maggiori certezze ai cittadini a difesa dei propri diritti.

 

“È giunto il momento di guardare avanti e costruire una sana relazione politica ed economica con il Regno Unito. Il Gruppo S&D manterrà fede all’idea che un’area di libero scambio fra Regno Unito e Ue, ambiziosa e proficua, non possa prescindere da una relazione fondata su un piano di parità e la condivisione di standard ambientali, sociali e di protezione dei lavoratori”.

Eurodeputati coinvolti

GARCÍA PÉREZ Iratxe

GARCÍA PÉREZ Iratxe

Presidente
Spagna
SILVA PEREIRA Pedro

SILVA PEREIRA Pedro

Membro
Portogallo

Contatti stampa S&D

Martin De La Torre Victoria
President's spokesperson

MARTIN DE LA TORRE Victoria

Spagna
Macphee Ewan

MACPHEE Ewan

Press Officer
Regno Unito

Notizie correlate

Comunicati stampa

La sentenza della Corte contro Volkswagen dimostra l’urgenza di prevedere ricorsi collettivi a livello europeo

Comunicati stampa

Senza regole Ue anti riciclaggio efficaci i criminali si riempiono le tasche

Comunicati stampa

S&D: i diritti dei passeggeri vengono prima degli interessi dell’industria nei ricorsi collettivi