Pubblicato:
Condividi:

Nel corso di una discussione nella plenaria di oggi, i Socialisti e Democratici hanno illustrato il successo dei recenti negoziati con il Consiglio dell'Unione europea sul Pacchetto Energia pulita. Domani, la plenaria sosterrà l'accordo raggiunto dai negoziatori del parlamento Mirolsav Poche e José Blanco per una nuova direttiva sull'efficienza energetica e una direttiva sulle energie rinnovabili, insieme a un nuovo regolamento sulla governance energetica.

Il gruppo S&D ha spinto per avere obiettivi ambiziosi: un obiettivo primario del 32,5% di miglioramento dell'efficienza energetica entro il 2030 e un obiettivo vincolante del 32% di energia rinnovabile nell'Ue entro il 2030. Questo per allineare gli obiettivi europei al rispetto dell'accordo di Parigi contro i cambiamenti climatici.

I negoziatori S&D hanno anche assicurato energia a prezzi accessibili per tutti e in particolare per i gruppi più vulnerabili.

L'eurodeputato S&D Miroslav Poche, autore della relazione parlamentare sulla direttiva sull'efficienza energetica, dichiara:

“Risparmiare energia è una politica vincente per tutti gli europei. Si stima che un miglioramento dell'efficienza energetica del 32,5% entro il 2030 creerà 840.000 posti di lavoro nell'Ue, per non parlare del denaro risparmiato e della protezione dell'ambiente. Ci aspettiamo di essere ancora più ambiziosi prima del 2030, poiché abbiamo assicurato una revisione al rialzo entro il 2023 per tenere conto delle riduzioni dei costi previste sulla base dei cambiamenti economici o tecnologici.

“Ridurre i costi e stimolare ulteriori investimenti, crescita e occupazione, in particolare nel settore delle costruzioni, è anche una ottima notizia per la competitività dell'industria europea.

“In particolare, siamo orgogliosi di aver mantenuto la parola data e implementato il Manifesto contro la Povertà energetica adottato dal gruppo S&D nel marzo 2016. I cittadini trarranno beneficio dal fatto che potranno permettersi di pagare i costi per il riscaldamento durante l'inverno e il condizionamento in estate. Senza dimenticare che gli edifici meglio isolati miglioreranno il benessere di tutti”.

https://www.socialistsanddemocrats.eu/publications/fighting-energy-poverty-sd-manifesto

Il negoziatore del Parlamento per le energie rinnovabili, l'eurodeputato S&D José Blanco afferma:

“Si tratta di un grande passo verso una rivoluzione energetica sempre più necessaria e sono lieto che l'Ue stia prendendo la guida globale nella transizione verso un modello economico sostenibile. Stiamo gettando le basi per una futura economia senza emissioni di carbonio che consentirà all'Europa di risparmiare milioni di euro nelle importazioni di carburante, permettendo ai cittadini di produrre la propria energia e migliorando la nostra salute e lo stato dell’ambiente. Questa rivoluzione interesserà i settori del riscaldamento e della climatizzazione e quello dei trasporti, favorirà l'innovazione e creerà nuove opportunità per le imprese e nuovi posti di lavoro.

“L'accordo stabilisce il diritto all'autoconsumo, ossia a generare, consumare, immagazzinare e vendere l'eccesso di produzione di elettricità rinnovabile e il diritto di essere remunerato per l'elettricità immessa nella rete.

“Un aspetto chiave è la certezza giuridica che forniamo per le energie rinnovabili, insieme a un uso etico e sostenibile di queste fonti rinnovabili. Abbiamo imparato dagli errori precedenti e per la prima volta abbiamo messo in atto una strategia coerente. I biocarburanti ad elevato utilizzo indiretto del suolo (ILUC) saranno gradualmente eliminati attraverso un processo di certificazione per i biocarburanti a basso tenore di ILUC, che dovrà essere stabilito.*

“Disincentiviamo gli investimenti nella nuova produzione di biocarburanti basati sulle colture alimentari e spingiamo per biocarburanti avanzati, utilizzando materiali come residui forestali, rifiuti agricoli e letame proveniente dal bestiame.

“L'Unione destinerà ulteriori fondi per facilitare una transizione giusta delle regioni ad alta intensità di carbonio verso l'aumento delle quote di energia rinnovabile”.

*Nota per la stampa:

I biocarburanti di prima generazione saranno limitati al livello consumato in ogni Stato membro nel 2020, con un ulteriore 1% consentito (sempre con una soglia massima del 7%). A quegli Stati membri che hanno un livello inferiore al 2% sarà permesso di salire fino a tale soglia.

 

 

Contatti stampa S&D

President's spokesperson
MARTIN DE LA TORRE Victoria
Spagna

Notizie correlate

Comunicati stampa

Horizon Europe: S&D rafforza i criteri di eccellenza e impatto sociale per i finanziamenti in ricerca e innovazione

Comunicati stampa

S&D spinge per sostenibilità e prezzi abbordabili nella riforma del mercato UE dell’elettricità

Comunicati stampa

S&D: soddisfazione per l’accordo provvisorio sul programma di ricerca Horizon Europe