Pubblicato:
Condividi:

In molti paesi al di fuori dell'Europa, gli animali sono ancora sottoposti a esperimenti dolorosi per produrre nuovi rossetti o shampoo. Conigli, porcellini d'India, criceti, ratti e topi vengono comunemente sottoposti a tali esperimenti per test principalmente legati all'irritazione della pelle e degli occhi.

L'Unione europea ha dimostrato che questi test crudeli non sono necessari, ed è per questo che il gruppo S&D ha promosso una risoluzione, votata oggi dal Parlamento europeo, in cui si chiede un divieto globale della sperimentazione animale su cosmetici e articoli da toeletta.

L'Unione europea ha sospeso i test sui prodotti cosmetici sugli animali nel 2004 e sugli ingredienti nel 2009. A ciò ha fatto seguito nel 2013 il divieto di importare e vendere qualsiasi nuovo cosmetico testato sugli animali. Tuttavia, circa l'80% dei paesi delle Nazioni Unite continua a consentire questi test.

L'eurodeputata S&D Miriam Dalli, che è autrice della risoluzione, dichiara:

“Più di mezzo milione di animali vengono usati ogni anno nei test cosmetici internazionali. Questa sofferenza non è necessaria ed è sbagliata. I metodi di sperimentazione alternativi sono molto avanzati e più accurati. Alternative ai test sugli animali possono includere organismi semplici come batteri o tessuti e cellule umani, nonché sofisticati software di simulazione. In poche parole, non ha senso continuare a causare dolore ingiustificato agli animali.

“L'eliminazione graduale dei test sugli animali è possibile. Lo abbiamo dimostrato in Europa. Ora vogliamo che l'Ue promuova un divieto globale basato sul regolamento sui cosmetici dell'Ue. L'Europa ha già risposto alle preoccupazioni etiche dei suoi cittadini e sono sicuro che molte persone al di fuori dell'Europa sosterranno un'iniziativa internazionale per fermare questa crudeltà.

"Sappiamo che non sarà facile cambiare le regole e i regolamenti internazionali. Alcuni Stati e regioni influenti, inclusi alcuni membri del Comitato internazionale per la regolamentazione dei cosmetici (ICCR), non hanno ancora divieti.

“Speriamo di vedere questo elemento incluso nel prossimo incontro dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite che si terrà a New York questo settembre. Abbiamo chiesto alla Commissione di prendere in considerazione la possibilità di organizzare eventi collaterali in questa riunione per consentire la discussione tra gli attori sui vantaggi e meriti di una convenzione internazionale contro la sperimentazione di animali per i cosmetici”.

Eurodeputati coinvolti

DALLI Miriam

Head of delegation
Vicepresidente
Malta

Contatti stampa S&D

Martin De La Torre Victoria
President's spokesperson

MARTIN DE LA TORRE Victoria

Spagna

Notizie correlate

Comunicati stampa

Il COVID-19 non è un pretesto per uno strappo alle regole della democrazia e dei diritti fondamentali

Comunicati stampa

“Dobbiamo agire adesso. Poi potrebbe essere tardi”. S&D incalza le istituzioni Ue per salvare il turismo dalla bancarotta

Comunicati stampa

Evento S&D online stasera: Iratxe García e i leader progressisti discutono la propria visione per “Un nuovo inizio per l’Europa”