Condividi:

Il gruppo S&D accoglie con favore le misure che la Commissione europea intende adottare nel caso in cui gli Stati Uniti dovessero formalizzare le minacce di Donald Trump e imporre pesanti tariffe sulle importazioni di acciaio e alluminio dall’estero. Speriamo ancora che la saggezza a Washington prevalga e che la guerra commerciale possa essere evitata. Al contempo, l'Unione europea deve essere unita e pronta ad agire con forza per proteggere i nostri lavoratori e le nostre imprese e difendere le regole del commercio internazionale.

Il portavoce del gruppo S&D per le relazioni commerciale Ue-Usa e presidente della commissione Commercio al Parlamento europeo, Bernd Lange dichiara:

“Se Donald Trump dovesse dare seguito alle sue minacce, l’Ue dovrà reagire in modo proporzionato ma forte. Facciamo appello a tutti coloro che, all'interno dell'amministrazione americana e del Congresso degli Stati Uniti, vogliono evitare quella che potrebbe essere l’inizio di una guerra commerciale globale in cui tutti perderanno.

“Condividiamo l'opinione che le sovraccapacità nell'acciaio e in altri settori siano molto preoccupanti. Ma per affrontarle, non puoi chiudere i tuoi confini e ignorare le cause alla radice del problema. La cooperazione internazionale e l'azione coordinata devono essere la risposta”.

La portavoce del gruppo S&D per il commercio, Alessia Mosca aggiunge:

“Accogliamo con favore le misure equilibrate discusse dalla Commissione. Senza aggravare ulteriormente la guerra commerciale innescata dal presidente Trump, manderanno un chiaro messaggio: tutti devono rispettare le regole.

“Speriamo ancora in un cambio di direzione da parte dell'amministrazione statunitense, ma in caso contrario l'Ue deve agire prontamente in sede Wto. Deve essere chiaro che le questioni globali richiedono soluzioni globali. La misura unilaterale presa dal presidente degli Stati Uniti è completamente inefficace contro il dumping cinese. Inoltre, ferirà gli alleati più stretti degli Stati Uniti.

“Dovremmo ora concentrarci sull'offerta di misure di salvaguardia ai nostri lavoratori e alle nostre imprese per proteggerli dalla minaccia di esportazioni più basse e dall'aumento delle importazioni a causa della diversione degli scambi. Chiediamo alla Commissione di monitorare da vicino il settore che è già vittima di pratiche sleali”.

Eurodeputati coinvolti

LANGE Bernd

LANGE Bernd

Membro
Germania

Contatti stampa S&D

Czerny-grimm Inga

CZERNY-GRIMM Inga

Press Officer
Polonia

Notizie correlate

Comunicati stampa

Dimissioni Hogan: S&D esorta il governo irlandese a candidare una donna a nuovo Commissario

Comunicati stampa

S&D: il Regno Unito tenga fede alle promesse

Comunicati stampa

L’accordo di libero scambio con l’Ue rafforza i diritti dei lavoratori vietnamiti