Condividi:

I Socialisti e Democratici al Parlamento europeo sono rimasti sconvolti dalle immagini e da quanto riportato dalla stampa sulla morte di Jozef Chovanec, cittadino slovacco di 38 anni, il cui decesso in una cella della polizia nell’aeroporto belga di Charleroi risale al 2018.

Gli europarlamentari S&D stanno seguendo da vicino le indagini delle autorità belghe e sono impegnati nell’intraprendere azioni a livello europeo per garantire un adeguato funzionamento dello Stato di Diritto nell’Unione europea, così come l’eradicazione di ogni forma di estremismo xenofobo di destra dalle forze di polizia.

La presidente del Gruppo S&D, Iratxe García ha commentato:

“È davvero un pugno nello stomaco quel video in cui si vede il comportamento disumano dei due ufficiali di polizia e dello staff medico; uno dei poliziotti fa persino il saluto nazista. Dobbiamo fermare questa ondata di xenofobia di estrema destra che sta colpendo le autorità e le forze di polizia dell’Ue.

“Ogni singolo caso va perseguito in termini di legge. In questo caso è particolarmente imbarazzante che ci siano voluti due anni perché venisse alla luce, ed è stato possibile solo grazie alla diffusione del video che ha mostrato la verità. Qualcosa nelle procedure dello Stato di Diritto si è inceppato ed è importante intervenire per ripristinarne la funzionalità. Tutti i cittadini devono poter contare sullo Stato di Diritto e nelle forze di polizia. Va riconquistata la fiducia”.

Monika Benová, eurodeputata slovacca del Gruppo S&D, ha aggiunto:

“Il Parlamento slovacco ha adottato una risoluzione con la quale non si intende solamente aprire un’inchiesta approfondita sul caso, ma che stabilisce anche che l’Unione europea la segua da vicino per far sì che ciò non si ripeta più in Europa. La vedova di Chovanec ha vissuto un incubo per ottenere giustizia per suo marito, anche se l’Ue dovrebbe essere un luogo in cui la dignità umana e lo Stato di Diritto sono rispettati e protetti.

Kathleen Van Brempt, eurodeputata belga del Gruppo S&D ha dichiarato:

“Sono rimasta attonita come gran parte dei belgi nell’assistere a quelle immagini terribili e i responsabili dovranno rispondere delle proprie azioni. Nessun caso di violenza e brutalità della polizia dovrebbe rimanere impunito e mi auguro che tutti i dettagli siano portati alla luce. Purtroppo dobbiamo prendere atto che, all’interno di certe strutture pubbliche in Europa, c’è un problema sistemico di xenofobia e un estremismo di destra crescente e questo è inaccettabile. Il nostro Gruppo vuole aprire una discussione in Parlamento ed elaborare una strategia per eradicare questo tipo di deriva dall’Unione europea”.

Eurodeputati coinvolti

GARCÍA PÉREZ Iratxe

GARCÍA PÉREZ Iratxe

Presidente
Spagna
VAN BREMPT Kathleen

VAN BREMPT Kathleen

Head of delegation
Coordinatore
Belgio
FLAŠÍKOVÁ BEŇOVÁ Monika

FLAŠÍKOVÁ BEŇOVÁ Monika

Head of delegation
Membro
Slovacchia

Contatti stampa S&D

Martin De La Torre Victoria
President's spokesperson

MARTIN DE LA TORRE Victoria

Spagna

Notizie correlate

Comunicati stampa

La protesta S&D contro la barbarica restrizione dell’aborto in Polonia

Comunicati stampa

L’opposizione bielorussa, candidata dal Gruppo S&D, vince il Premio Sakharov 2020

Comunicati stampa

S&D sul Programma di lavoro della Commissione: non c’è più tempo da perdere per dare risposte ai cittadini