Pubblicato:
Condividi:

I Socialisti e Democratici al Parlamento europeo hanno condiviso la nomina di tre attivisti brasiliani per il Premio Sakhrov 2019, in quanto voci autorevoli nella lotta per la difesa dei diritti umani e la protezione dell’ambiente.

I nomi dei prescelti sono:

Chief Raoni, il carismatico e noto leader del popolo Kayapo, un gruppo indigeno brasiliano, che si batte da quarant’anni per salvare la propria terra madre, la Foresta amazzonica. Egli è un simbolo vivente della lotta per la vita delle tribù indigene, una lotta per proteggere una cultura unica, legata a doppio filo con la natura.

Claudelice Silva dos Santos, ambientalista e attivista per la difesa dei diritti umani. La sua storia da attivista comincia in seguito all’uccisione del fratello e della sorella, entrambi uccisi per il loro impegno contro la lottizzazione illegale e la deforestazione nella Foresta pluviale amazzonica.

Marielle Franco (postuma), una politica brasiliana dichiaratamente gay, femminista, attivista per i diritti umani e voce critica che ha denunciato la brutalità della polizia e casi di esecuzione extragiudiziale. Ha prestato servizio come consigliere della città di Rio de Janeiro dal gennaio 2017 al marzo 2018, quando lei e il suo autista sono stati uccisi con dei colpi di arma da fuoco. 

“Da anni il Brasile è uno dei Paesi più pericolosi delle Americhe per i difensori dei diritti umani, e come rivelato dal Global Witness, anche il più rischioso del mondo per i difensori dei diritti umani legati alla terra e all’ambiente.

“La lotta condotta da queste persone merita di essere portata all’attenzione del mondo, in quanto rappresentano la causa per la quale si battono tutti gli ambientalisti e gli attivisti LGBTI in ogni parte del pianeta. Nonostante le popolazioni indigene costituiscano ormai solo l’1% della popolazione brasiliana, un numero sconvolgente di essi è rimasto ucciso nei conflitti per la difesa delle proprie terre. Da quando il nuovo governo ha assunto i propri poteri in gennaio, l’amministrazione Bolsonaro ha diffuso un clima di terrore fra i difensori dei diritti umani, adottando misure che minacciano il diritto alla vita, alla salute, alla libertà, e alla terra dei brasiliani.

“Con queste nomine, vogliamo anche esprimere il nostro sostegno agli attivisti che difendono i diritti della comunità LGBTI in Brasile. Secondo il Gay Group of Bahia (GGB), solo nel 2018, almeno 420 persone appartenenti alla comunità, fra cui Marielle Franco, sono state uccise o spinte al suicidio a causa dell'omofobia e del dilagare di un odio criminale.

Isabel Santos, eurodeputata e portavoce S&D per i diritti umani, ha dichiarato:   

“Sarebbe la prima volta che il Premio Sakharov è assegnato a difensori dei diritti umani e dell’ambiente e ad attivisti LGBTI. L’emergenza climatica che stiamo vivendo è una ragione più che valida per assegnare il premio alle persone che lottano contro la distruzione del pianeta e difendono i diritti delle popolazioni indigene.

“Un numero sempre maggiore di attivisti perdono la vita e i casi di minaccia, molestia e violenza nei loro confronti aumentano a un ritmo allarmante, specialmente in Brasile e nei Paesi che circondano la Foresta amazzonica. Questo è il momento giusto per il Parlamento europeo per prendere una posizione chiara su questo problema. Assegnare il Premio Sakharov a coloro che lottano per i diritti delle persone e la difesa della propria terra, della propria cultura, del proprio stile di vita, e considerata l’emergenza climatica che il nostro pianeta sta vivendo, può essere un buon modo per accrescere la consapevolezza su questi temi e risvegliare le coscienze”.

Nota agli editori:

Il Premio Sakharov è assegnato ogni anno dal Parlamento europeo ad attivisti per i diritti umani di tutto il mondo. Il voto sui tre candidati finalisti al Premio Sakharov 2019 avrà luogo in ottobre nell’ambito di una riunione congiunta delle commissioni affari esteri e diritti umani e sviluppo, dopodiché sarà la Conferenza dei presidenti a decidere a chi assegnare il riconoscimento. La cerimonia di conferimento del premio si terrà in dicembre, durante la sessione plenaria di Strasburgo.

Media Gallery

Eurodeputati coinvolti

PIRI Kati

Vicepresidente
Paesi Bassi

SANTOS Isabel

Coordinatore
Portogallo

Contatti stampa S&D

CZERNY-GRIMM Inga

Press Officer
Polonia

Notizie correlate

Comunicati stampa

Il Gruppo S&D condanna l’uso della forza e le violenze letali contro i manifestanti in Iraq

Comunicati stampa

L’Ue dovrebbe imporre sanzioni economiche e divieto assoluto di vendita di armi alla Turchia

Comunicati stampa

S&D: l’Ue dovrebbe sospendere i negoziati con l’Azerbaijan a seguito della repressione delle proteste pacifiche