Condividi:

Alla vigilia del Summit Sociale di Porto, i socialisti e democratici si sono riuniti per definire un programma ambizioso per i diritti sociali.

Primi ministri, ministri, membri dell’Europarlamento, sindacalisti e lavoratori hanno preso parte a un evento in modalità mista dal titolo “Da Göteborg a Porto: la strada verso un’Europa sociale”, per discutere dell’implementazione del Pilastro europeo dei diritti sociali.

Il Pilastro dei diritti sociali è lo strumento che i socialisti e democratici stanno utilizzando per porre fine alla povertà infantile, alle disuguaglianze di genere, alle morti sul lavoro in Europa, e garantire lavori dignitosi, retribuzioni giuste e il diritto alla disconnessione per tutti i cittadini. Il Vertice Sociale di Porto, coordinato dal primo ministro portoghese Antonio Costa, è un’opportunità per porre l’Europa sulla rotta giusta.

La presidente S&D, Iratxe García, ha dichiarato:

“Porto sarà un punto di svolta per l’Europa: le persone devono essere poste al centro, ben prima dei dati del PIL, perché la crescita economica è importante solo se migliora le vite delle persone. Non c’è posto migliore del Portogallo per mostrare che una crisi si può superare grazie alla solidarietà.

“Dopo anni di austerità, il COVID-19 ha portato in superficie la verità: solo solide politiche sociali possono contribuire ad affrontare le crisi. Abbiamo bisogno di una resistente rete sociale per portare milioni di europei fuori dalla povertà e per garantire stipendi dignitosi ai cosiddetti working poor, i lavoratori poveri. Che uno su quattro dei nostri bambini sia a rischio esclusione sociale è semplicemente inaccettabile. Dobbiamo provvedere anche a dare aiuto a quei lavoratori autonomi e alle piccole imprese che sono stati colpiti più severamente dalle restrizioni imposte dal COVID-19.

Sergei Stanishev, presidente del PSE, ha dichiarato:

“Siamo il partito del welfare state e dei diritti dei lavoratori. Il Summit di Porto è il prossimo grande passo per garantire i solidi diritti sociali che noi pensiamo ogni cittadino debba avere. Il primo ministro Antonio Costa ha riportato il progetto di un’Europa sociale in cima alla lista delle priorità.

“Dalla proclamazione del Pilastro europeo dei diritti sociali, avvenuta a Göteborg sotto l’ala del primo ministro Stefan Löfven, abbiamo chiesto che il Pilastro fosse tradotto in politiche concrete per i cittadini. Il Commissario europeo Nicolas Schmit ha portato avanti il progetto nell’ambito del Piano d’azione della Commissione, e ora questo vertice è un’opportunità per compiere ulteriori progressi.

“La crisi innescata dal COVID-19 ha portato alla luce le disuguaglianze nella nostra società, ha riaffermato l’importanza dell’azione pubblica e statale, ha evidenziato l’indispensabilità dei servizi pubblici, gli effetti deleteri del sottofinanziamento, la necessità di migliorare le condizioni di lavoro e molti altri aspetti della società contemporanea. Ora stiamo lottando per superare la crisi, ma una volta superata, non possiamo riprendere la normale amministrazione. Il vertice di Porto deve aprire la strada a un’Europa più giusta ed egualitaria per tutti i suoi cittadini”.

Vasco Alves Cordeiro, primo vicepresidente della Commissione europea e leader del PS Azores, ha aggiunto:

“Come progressisti vogliamo che dal COVID-19 emerga un’Unione europea più giusta e sostenibile. Tuttavia, le crisi precedenti hanno mostrato che ciò non accadrà senza le giuste scelte. Non accadrà se lasceremo tutto nelle mani dei nostri oppositori politici. La nostra responsabilità è garantire che il vertice di Porto sia colto come opportunità per compiere le giuste scelte politiche, per far sì che i nostri colleghi del Consiglio Ue, il Parlamento, la Commissione, e i nostri leader locali e regionali, parlino con un’unica voce.

“Come socialisti, possiamo andar fieri di essere gli unici ad affermare l’importanza di una dimensione sociale e di ricordare costantemente ai leader Ue che non è qualcosa che può rimanere in secondo piano. L’obiettivo della ripresa dovrebbe essere sostenere le persone e mettere in sicurezza i territori, la coesione sociale ed economica all’interno dell’Ue. La coesione è più di una politica, è un valore fondante l’Unione europea”.

“L’evento in modalità mista, organizzato dal Gruppo dell’Alleanza progressista dei Socialisti e Democratici al Parlamento europeo (S&D e dal Partito del socialismo europeo (PSE), ha visto la partecipazione del primo ministro portoghese António Costa, del primo ministro svedese Stefan Löfven, della vice primo ministro spagnolo Teresa Ribera, del presidente dell’Europarlamento David Sassoli, della sindaca di Parigi Anne Hidalgo, del Commissario europeo con delega al lavoro e ai diritti sociali Nicolas Schmit, del primo vicepresidente del Comitato delle regioni Vasco Alves Cordeiro, del segretario della Conferenza dei sindacati europei Luca Visentini, del presidente del PSE Sergei Stanishev, della presidente del Gruppo S&D Iratxe García Pérez, e molti altri.

I Socialisti e Democratici hanno già messo al sicuro progressi rilevanti in materia di diritti sociali.

La famiglia politica del PSE è stata la forza trainante che ha portato alla Garanzia europea del Bambino per porre fine alla povertà infantile, alla Garanzia Giovani per introdurre i giovani al lavoro,  alla Direttiva sulle retribuzioni minime e salari giusti per tutti coloro che lavorano, alla Direttiva per la trasparenza delle retribuzioni per combattere il divario retributivo di genere, al diritto alla disconnessione nel telelavoro, a migliori protezioni per i lavoratori delle piattaforme e a molto altro.

Il mese scorso il Gruppo S&D e il PSE hanno messo tutti questi importanti obiettivi nero su bianco, in un documento di sintesi dal titolo Dichiarazione dell'Agenda di Porto 2030 per un benessere sostenibile.

Il programma completo dell’evento “Da Göteborg a Porto: la strada verso un’Europa sociale” è disponibile sul sito web del Gruppo S&D.

Contatti stampa:

Portavoce della presidente del Gruppo S&D

Victoria MARTIN DE LA TORRE

victoria.martindelatorre@ep.europa.eu

+32 (0) 473 23 41 73

 

Addetto stampa e comunicazione del Partito del socialismo europeo

Robin MURPHY

robin.murphy@pes.eu

+32 (0) 491 86 97 48

 

Consulente per la stampa e la comunicazione del PSE al Comitato delle Regioni

Monica TIBERI

monica.tiberi@cor.europa.eu

+32 (0) 2 282 23 81

Documenti correlati

Programme - S&D/PES Conference - From Gothenburg to Porto: The Path Towards a Social Europe
Declaration: 2030 Porto Agenda for Sustainable Wellbeing

Eurodeputati coinvolti

GARCÍA PÉREZ Iratxe
GARCÍA PÉREZ Iratxe
Presidente
Spagna
STANISHEV Sergei
STANISHEV Sergei
Membro
Bulgaria

Contatti stampa S&D

Martin De La Torre Victoria
President's spokesperson
MARTIN DE LA TORRE Victoria
Spagna

Notizie correlate

Comunicati stampa
Iratxe García: “Condivido quanto espresso dalla Commissione sulla lezione tratta dal COVID-19, ma l’analisi deve guardare oltre l’impatto sanitario”
Comunicati stampa
Guidato dal Gruppo S&D, l’Europarlamento chiede la sospensione dei brevetti sui vaccini COVID-19 per salvare vite
Comunicati stampa
S&D: il nuovo FSE+ con la Garanzia del Bambino, sarà una pietra angolare della ripresa in Europa