Pubblicato:
Condividi:

I membri del Gruppo S&D del Parlamento europeo, riunito in sessione plenaria a Strasburgo, hanno annunciato che non accetteranno i tagli profilati nella bozza di bilancio 2020 presentata dal Consiglio Ue. Considerati i nuovi equilibri di maggioranza all’interno del Parlamento decisi dalle ultime elezioni euroepee, i Socialisti e Democratici si aspettano che il Parlamento faccia un uso appropriato dei mezzi e delle risorse disponibili per aggredire le sfide ritenute prioritarie per l’Unione quali, e solo per citarne alcune, sostenibilità, azioni contro i cambiamenti climatici, Iniziativa per l’occupazione dei giovani e sviluppo di una proficua politica europea di vicinato.

Eider Gardiazabal Rubial, eurodeputato e portavoce S&D in materia di bilancio, ha dichiarato:

“Più austerità non sarà mai sinonimo di più Europa. Ancora una volta il Consiglio avanza proposte inaccettabili di tagli in bilancio, che stridono con le esigenze dell’Europa e vanno nella direzione opposta agli impegni assunti da Ursula von der Leyen per questo mandato. Noi desideriamo che il bilancio sia pensato in modo tale da andare incontro alle richieste degli europei e ne rispetti le aspettative”.

Pierre Larrouturou, europarlamentare e negoziatore del Gruppo S&D per il bilancio 2020, ha aggiunto:

“Noi Socialisti e Democratici rifiutiamo categoricamente questi tagli. Nel presentare la propria posizione ufficiale per il prossimo anno finanziario, il Consiglio non dimostra la debita considerazione per i temi che dovrebbero guidare ogni azione politica europea. Nella proposta, le priorità strategiche che includono le azioni per il clima, la creazione di nuovi posti di lavoro, la gestione delle migrazioni e le iniziative per comprenderne e combatterne le cause alla radice, sono palesemente sottofinanziate, e le persone che contano sullo spessore di quegli stanziamenti perderanno ulteriormente e inevitabilmente fiducia nelle istituzioni europee.

“I cittadini pretendono che il Parlamento si mostri ambizioso, al passo con la gravità delle sfide contemporanee. Per scongiurare l’ipotesi di una fase recessiva delle nostre economie, abbiamo bisogno di investimenti adeguati e coraggiosi sulle priorità che ho parzialmente citato. Il nostro Gruppo quindi, difende una strategia che preveda l’utilizzo di tutti gli strumenti di flessibilità disponibili, per dare nuovo impulso agli investimenti per una maggior giustizia sociale e la protezione dell’ambiente”.

Eurodeputati coinvolti

GARDIAZABAL RUBIAL Eider

Coordinatore
Spagna

LARROUTUROU Pierre

Membro
Francia

Contatti stampa S&D

CHIRU Dana

Press Officer
Romania

Notizie correlate

Comunicati stampa

S&D spinge per adeguare le norme fiscali globali alla velocità dell’economia del terzo millennio

Comunicati stampa

S&D denuncia il blocco dei progressi sulla giustizia fiscale a causa di alcuni stati membri

Comunicati stampa

Iratxe García: “Prima di fine anno il Consiglio deve sbloccare i negoziati sul bilancio pluriennale”