Condividi:

Il Gruppo S&D al Parlamento europeo, in collaborazione con il Gruppo PES nel Comitato delle Regioni, la Fondazione per gli studi progressisti europei (FEPS), il Partito dei socialisti europei e la Città di Vienna, ospiterà una serie di eventi online dal 25 al 29 gennaio 2021, per porre la casa in cima alla lista della priorità dell’agenda per la ripresa. Iratxe Garcìa Pérez, leader del Gruppo S&D, interverrà all’apertura e alla chiusura della settimana di eventi.

Tra i relatori chiamati a intervenire figurano: Frans Timmermans, vicepresidente esecutivo della Commissione europea; Leilani Farha, già relatrice speciale delle Nazioni Unite sul diritto alla casa e direttrice globale di The Shift; Agnes Jongerius, eurodeputata S&D; Fernando Medina, sindaco di Lisbona e membro del Gruppo PES; Saskia Sassen, docente di sociologia alla Columbia University; Robert S. Lynd, docente di sociologia alla Columbia University ed ex presidente del Comitato sul pensiero globale.

Iratxe Garcìa Pérez, leader del Gruppo S&D, ha dichiarato:

“La possibilità di avere accesso ad abitazioni dignitose e alla portata di tutti è un diritto umano. È contemplato nella Carta sociale europea, ma fino ad oggi non siamo mai riusciti a garantirlo. Dobbiamo legiferare e dare un impulso all’edilizia sociale. Per questo i Socialisti e Democratici al Parlamento europeo si stanno battendo per cambiare il Semestre europeo perché la spesa sociale ne diventi una delle regole d’oro. È difficile spiegare il perché abbiamo stabilito che il 37% del Recovery Fund vada speso per il Green Deal, il 20% per l’economia digitale, mentre non vi sono vincoli per gli investimenti per le persone. Insieme, tutti noi progressisti, possiamo cambiare questo stato di cose”.

Christophe Rouillon, presidente del Gruppo PES al Comitato europeo delle Regioni e sindaco di Coulaines, in Francia, ha dichiarato:

“La casa è un diritto fondamentale, ma è ben lungi dall’essere considerato come tale in Europa, soprattutto dopo la crisi COVID-19. La casa è anche un punto chiave per raggiungere gli obiettivi del Green Deal europeo. Per questo chiediamo che si stringa un Patto europeo per la Casa e vogliamo assicurarci che ogni cittadina, città e regione sia parte attiva e coinvolta in questo processo. Sono orgoglioso che la famiglia progressista sia unita a livello locale, nazionale e europeo, attorno a questo ambizioso progetto”.

Il presidente del PES, Sergei Stanishev, ha dichiarato:

“La nostra famiglia politica, in tutta Europa, sta lottando per il diritto di tutti a vivere con dignità, in un ambiente sano, in case degne di questo nome. Questa è una priorità per i socialdemocratici, e quest’evento ne è la prova tangibile. Continueremo a batterci per un’Unione europea in cui qualità, case sostenibili e alla portata di tutti siano garantite a ogni cittadino”.

Michael Ludwig, sindaco di Vienna e membro del Gruppo PES al Comitato europeo delle Regioni, ha commentato:

“Le politiche abitative affondano profondamente le radici nelle comunità locali, ed è necessario proteggere i nostri cittadini, non solo, ma a maggior ragione in tempi di crisi. Il coronavirus ha palesato che sono necessari interventi decisi per prevenire gli sfratti e rendere la casa un luogo sicuro. Tuttavia, noi come città e regioni dell’Europa, abbiano l’esigenza che l’Ue protegga i nostri cittadini dagli sviluppi della globalizzazione che incidono negativamente sul mercato dell’abitare, come la finanziarizzazione, la turistificazione, e il riciclaggio di denaro. Dobbiamo concepire chiaramente la casa come un diritto, non come una merce, e affermare che gli investimenti pubblici in abitazioni nuove e migliori possono e devono contribuire alla coesione sociale, al benessere comune e a combattere il cambiamento climatico”.

Lászlo Andor, segretario generale della FEPS, ha aggiunto:

“L’Unione europea può sostenere il miglioramento delle condizioni abitative grazie agli investimenti mediante l’utilizzo dei Fondi strutturali d’investimento europei, il Fondo InvestEU, e i prestiti della BEI. Il Green Deal europeo, il Pilastro dei diritti sociali, e l’Agenda urbana sono strumenti a disposizione per aprire la strada a soluzioni sostenibili. Inoltre, una miglior regolamentazione del settore finanziario deve garantire che le famiglie non cadano vittime di sistemi di concessione dei prestiti e dei mutui, di natura speculativa o peggio fraudolenta”.

Il programma completo è consultabile qui

Note:

Il dibattito di apertura di #ProgressiveHousingWeek sarà trasmesso via streaming su Facebook e YouTube. Le altre parti del programma saranno accessibili solo previa registrazione. Qui la RSVP per la registrazione.

Nell’ottobre 2020, il Gruppo PES ha lanciato un’iniziativa firmata da più di cento leader locali, nazionali ed europei per un “Patto europeo per la Casa”, come parte integrante della strategia di ripresa di lungo periodo.

Gruppo S&D | Victoria Martin de la Torre, portavoce della Presidente del Gruppo S&D, victoria.martindelatorre@europarl.europa.eu,  +32 473 23 41 73.

Eurodeputati coinvolti

GARCÍA PÉREZ Iratxe

GARCÍA PÉREZ Iratxe

Presidente
Spagna
JONGERIUS Agnes

JONGERIUS Agnes

Head of delegation
Coordinatore
Paesi Bassi
DURA FERRANDIS Estrella

DURA FERRANDIS Estrella

Membro
Spagna
PIZARRO Manuel

PIZARRO Manuel

Membro
Portogallo
STANISHEV Sergei

STANISHEV Sergei

Membro
Bulgaria

Contatti stampa S&D

Martin De La Torre Victoria
President's spokesperson

MARTIN DE LA TORRE Victoria

Spagna
Pelz Silvia

PELZ Silvia

Press Officer
Germania

Notizie correlate

Comunicati stampa

Lavoratori poveri: giuste retribuzioni minime e condizioni di lavoro dignitose sono indispensabili

Comunicati stampa

Porre fine alla povertà infantile: S&D mette al sicuro un accordo coi governi Ue per finanziare la Garanzia del Bambino

Comunicati stampa

S&D scandisce il cronoprogramma per case e ristrutturazioni alla portata di tutti. Ora sta alla Commissione