Condividi:

Ieri, grazie al sostegno del gruppo S&D, la commissione Mercato interno e protezione dei consumatori ha approvato un pacchetto di proposte volte a garantire la sicurezza dei prodotti in tutta l'Unione europea. In base al testo approvato, gli Stati membri dovranno garantire il rafforzamento della vigilanza sul mercato per tutti i prodotti venduti nel mercato Ue, compresi quelli online. La relazione sul reciproco riconoscimento garantisce che i beni sicuri e legittimamente commercializzati saranno reciprocamente riconosciuti in altri Stati membri.

Il negoziatore del Parlamento europeo per la relazione sulla sicurezza dei prodotti, l'eurodeputato S&D Nicola Danti dichiara:

“La salute e la sicurezza dei cittadini europei sono una priorità per il gruppo S&D e quindi di fondamentale importanza per noi. Non possiamo accettare che la loro sicurezza sia compromessa da prodotti che non soddisfano i requisiti di sicurezza o di informazione del consumatore. Nel 2017, il sistema europeo di allarme rapido per prodotti pericolosi ha ricevuto 2.200 notifiche di prodotti pericolosi e non conformi, l'83% dei quali ha rappresentato un serio rischio per i consumatori. Non possiamo permettere che questo accada di nuovo! Dobbiamo assicurarci che ci siano regole e meccanismi che rendano impossibile casi del genere.

“Questo è l'obiettivo del rapporto sulla sicurezza del prodotto votato ieri. Siamo riusciti a introdurre un approccio comune alla vigilanza del mercato al fine di garantire che le stesse regole siano applicate allo stesso modo dalle diverse autorità di vigilanza del mercato in tutta l'Ue. Inoltre, abbiamo raggiunto una migliore cooperazione e un migliore coordinamento tra le diverse autorità. Secondo le disposizioni del regolamento, i fabbricanti sono tenuti a designare una ‘persona di riferimento’ prima di vendere i prodotti sul mercato. Infine, ci siamo assicurati che la sorveglianza si estendesse anche ai prodotti online e ai prodotti contraffatti”

La negoziatrice del gruppo S&D per la relazione sul reciproco riconoscimento dei prodotti, Virginie Rozière afferma:

“Il voto di ieri fornisce un significativo miglioramento all'applicazione del principio del riconoscimento reciproco nel mercato interno senza dare un assegno in bianco alle imprese. Fino a ora, i prodotti sicuri potevano incontrare il divieto o limitazioni all’accesso ai mercati di altri paesi. Il rapporto faciliterà il riconoscimento di beni sicuri e legittimamente commercializzati e faciliterà la loro immissione sul mercato di qualsiasi altro Stato membro, ottenendo in tal modo parità di condizioni per tutte le imprese.

“Grazie a questa relazione, le imprese e le autorità nazionali beneficeranno di una maggiore certezza del diritto. Inoltre, si istituisce una cooperazione amministrativa per consentire lo scambio di informazioni e l'applicazione del principio del riconoscimento reciproco. Soprattutto, il nuovo regolamento si applicherà ai beni di consumo che non sono o sono parzialmente coperti dai requisiti comuni dell'Ue in tema di fabbricazione”.

 

Notizie correlate

Comunicati stampa

“Dobbiamo agire adesso. Poi potrebbe essere tardi”. S&D incalza le istituzioni Ue per salvare il turismo dalla bancarotta

Comunicati stampa

S&D: alla strategia della Commissione sul digitale e l’intelligenza artificiale serve un’iniezione sociale

Comunicati stampa

S&D: l’Agenda digitale europea non deve lasciare indietro nessuno